The Vegetarian Chance

So I am living without fats, without meat, without fish, but am feeling quite well this way. It always seems to me that man was not born to be a carnivore."(Albert Einstein) August 3, 1953


Lascia un commento

We’re Smart lancia la sua Academy

La nuova Accademia di We’re Smart  lanciata dal suo fondatore, lo chef belga Frank Fol, nel corso della settimana della Frutta e della Verdura associa alcuni dei  migliori chef internazionali dediti alla valorizzazione dei vegetali nei loro ristoranti. Per l’Italia ci sono Gaetano Trovato (Arnolfo), Pietro Leemann (Joia), Michelangelo Mammoliti (La Madernassa), Luigi Taglienti (ex Lume), Enrico Crippa (Piazza Duomo). Gli chef della nuova Accademia condivideranno con il pubblico la loro visione di una cucina sana ed ecologica attraverso loro libri di cucina, manuali, webinar e sessioni con altri chef, aziende alimentari e consumatori. Attualmente We’re Smart World propone anche un manuale contenente 51 diverse tecniche per cucinare frutta e verdura insieme a numerose ricette sane e gustose. L’Accademia pubblicherà regolarmente anche una serie di libri di cucina, fonte d’ispirazione per cuochi professionisti e amatoriali.

L’espansione delle attività di We’re Smart è senza dubbio una buona notizia per aumentare la diffusione nei menù dei grandi ristoranti piatti con più verdura e frutta. Come sappiamo, però, non tutti i prodotti agricoli sono uguali e le modalità della loro produzione influiscono sul nostro benessere e quello del pianeta. Ci piacerebbe dunque vedere nel progetto We’re Smart, con il quale collaboreremo, un maggiore accento sul necessario uso di materia prima biologica, patrimonio già di molti chef quali il nostro Pietro Leemann. Come The Vegetarian Chance riteniamo necessario il connubio tra buona agricoltura e buona cucina. Per questo abbiamo aderito all’iniziativa Cambiamo l’Agricoltura e sosteniamo il grande lavoro di Slow Food in favore del mondo contadino e della salvaguardia della biodiversità.


Lascia un commento

Dal Belgio, Autumn: le ricette veg di Frank Fol

Frank Fol in cucina e sullo sfondo la coautrice del libro

Ritrovarsi chiusi in casa a lungo quando in natura l’autunno è al suo culmine è un ulteriore “botta” al nostro umore. Questa è la stagione di prodotti vegetali unici, che aiutano a comporre piatti golosi. Se noi non possiamo andare dall’autunno possiamo far sì che l’autunno venga da noi in cucina lo stesso usando il tempo per cimentarci in nuove ricette. C’è la tradizione, ma anche l’innovazione che oggi valorizza nei vegetali la freschezza, i colori e le combinazioni insolite. Il belga Frank Fol, “vegetable chef” come ama definirsi fa a tutti un regalo col suo nuovo ebook gratuito Autumn della serie Wild cooking.  Le ricette originali di Frank Fol, sono servite su piatti Wild Moon creati da Ilse De Vis, artigiana della ceramica. Il fotografo è Wim Demessemaekers. Come una cucina vegetale moderna richiede in ogni piatto sono ben distinguibili tutti gli ingredienti associati con attenzione ai valori nutrizionali, al gusto e ai colori. Questi ultimi sono molto importanti dato che i nostri occhi sono i primi a giudicare un piatto e a guidarci alla scoperta dei suoi sapori. Gli ingredienti sono vari e molteplici e questo richiede un impegno maggiore nell’operazione spesa anche in direzione biologica. Non è il caso però di spaventarsi: più ingredienti si usano e più la nostra cultura del mondo vegetale aumenterà. Frank Fol è l’ideatore del progetto We’re Smart col quale ogni anno premia i migliori ristoranti del mondo che privilegiano i vegetali nel loro menu anche senza essere completamente vegetariani o vegani. Di lui abbiamo scritto qui.

 


Lascia un commento

I migliori ristoranti veg premiati da We’re Smart®

Interpretazione del cavolfiore di Culina Hortus

Non sappiamo ancora come torneremo nei ristoranti, né quando potremo a tornare facilmente a viaggiare per aggiungere alle nostre esperienze culturali anche quelle culinarie. E non sappiamo nemmeno quali locali ci saranno ancora o si saranno trasformati. Come The Vegetarian Chance siamo in ogni caso certi di una cosa: i ristoranti dovranno sempre di più assecondare le istanze ambientaliste e salutistiche del pubblico. In diversi lo hanno già fatto e tra questi ci sono quelli che hanno partecipato alle diverse edizioni del nostro concorso e tutti quelli segnalati ogni anno dai nostri amici belgi di We’re Smart®, che anche in un 2020 così complicato non hanno rinunciato a presentare il 4 maggio la loro We’re Smart® Green Guide, che segnala il meglio del mondo culinario delle verdure, cioè i ristoranti, che più di altri danno spazio nel loro menù ai vegetali. A chi ha scelto di essere vegetariano e vegano We’re Smart® ha dedicato riconoscimenti speciali. Quest’anno i vincitori dei Best Vegetarian e Best Vegan Restaurants Award sono stati il Culina Hortus (Lione, Francia) e il Vanilla Black (Londra, Regno Unito).

La We’re Smart® Green Guide 2020 propone recensioni e valutazioni di quasi 1000 ristoranti in 43 paesi classificati da 1 a 5 ravanelli, a seconda della quantità di verdure che utilizzano nei loro piatti. L’evento programmato per il primo giorno della Settimana della Frutta e della Verdura promossa da We’re Smart® si è svolto online e a condurlo è stato l’ideatore e fondatore del progetto lo chef Frank Fol, tutto l’anno in viaggio per conoscere i ristoranti, che poi andranno a far parte della guida. Come The Vegetarian Chance We’re Smart® promuove un ripensamento dei modelli di produzione e consumo del cibo in favore di un mondo più sano e migliore

Il primo ristorante premiato, il Culina Hortus di Lione, è nato da un’idea dei francesi Thomas Bouanich e Maxime Rémond e del giovane Adrien Zedda (24 anni), Chef de Cuisine Propone alta cucina al 100% vegetariana. Secondo Frank Fol “Zedda trasforma le verdure in una vera e propria festa con una creatività eccezionale, che si traduce in piatti raffinati, ben equilibrati, sani e soprattutto deliziosi”. Il britannico Vanilla Block di Holborn, premiato nella categoria vegana, è stato invece creato da Andrew Dargue e da sua moglie Donna Conroy con l’intento di sfidare i luoghi comuni non solo della cucina vegetariana, ma del cibo in generale. Nel motivare la premiazione Fol ha spiegato: “Le combinazioni, le consistenze e i sapori sorprendenti di Vanilla Black, senza l’uso di un grammo di carne, sono sufficienti per convertire anche il carnivoro più ostinato».

We’re Smart® ha dato appuntamento al 21 settembre quando saranno annunciati Future Awards 2020. Tra questi: il migliore ristorante di verdure al mondo, l’Innovation of the Year. Premi saranno anche assegnati ai Best Vegetables Restaurant in 13 paesi.