The Vegetarian Chance

Nothing will benefit human health and increase chances of survival for life on earth as much as the evolution to a vegetarian diet (Albert Einstein)


Lascia un commento

Due appuntamenti con Jenny Sugar: a Milano il 19/9 nel suo nuovo spazio e il 12/10 alle 11 a Torino da EDIT al Festival

Jenny Sugar nel suo nuovo spazio

Jenny Sugar, health&food coach e parte della Direzione Organizzativa del nostro Festival vi invita a conoscere il suo nuovo spazio a Milano il 19 settembre. Per conoscere meglio gli alimenti non c’è nulla di meglio che imparare a cucinarli e a combinarli. Lasciare troppo spesso che lo facciano altri al posto nostro ci allontana dal cibo e dal suo vero valore.

Cari Lettori di The Vegetarian Chance,giovedì 19 settembre presento il mio nuovo spazio cucina con orto, che ho creato per tenere incontri e lezioni fino a 5 partecipanti.
Potete arrivare tra le 18:00 e le 21:00 in Via G.B. Brocchi 21 a Milano dandomi previa conferma della vostra presenza scrivendo a: jenny@jennysugar.com
Spero davvero di avervi con me in questo giorno speciale.
Sarà qui che racconterò ai miei ospiti/allievi le “magie” di un’alimentazione, che riesce a essere nel contempo salutare e golosa, scoprendo e imparando quanto può diventare vario e facile cucinare in questo modo. Vi propongo corsi ben diversi tra loro, da scegliere a seconda dei vostri interessi, livello e disponibilità.

In questo post trovate alcune foto dello spazio con descrizione dei corsi 2019.

Vi aspetto alla presentazione e ai corsi

Jenny Sugar

 

 

 

 

 

 

Festival The Vegetarian Chance

Sabato 12 ottobre  EDIT TORINO     

Piccoli dolci integrali al cioccolato senza zuccheri raffinati

Ore 11

Colazione su Vega 

Jenny Sugar (ex Stern) ci teletrasporta sulla Stella della salute e della golosità con assaggi veg e salutari. Insieme a lei ospiti pasticcieri veg di Torino Degustazione di caffè, cappuccini veg e smoothie al caffè curata da Lavazza in abbinamento alle proposte dolciarie.

 

 

 

 


Lascia un commento

Locarno Film Festival: ascoltiamo il principe scimmia

Tom e il Principe ospiti della civiltà della foresta

A quale mondo aspiriamo davvero? Meglio foreste di alberi o foreste di grattacieli? Sono le domande che ci pone il film di animazione Le voyage du prince presentato al Locarno Film Festival fuori concorso e diretto da Jean-François Laguionie, maestro dell’animazione francese. Il contesto è un pianeta abitato da scimmie tecnologicamente evolute e convinte di essere le uniche abitanti del pianeta. Ma un giorno a contraddirle arriva su una spiaggia, naufrago, un principe-scimmia. Trova ad accoglierlo Tom, un giovane che capisce la sua lingua, e lo porta da una comunità scientifica che studia l’esistenza di altre civiltà di primati. Il principe è guidato da Tom nella visita alla città dei Nioukos tra palazzi stile Belle Époque, tranvie, cinema e fabbriche in costante attività.

Le meraviglie della città dei Nioukos

Il contraltare dell’insediamento urbano è la foresta che incombe e che potrebbe sommergere questa civiltà da un momento all’altro. Proprio questa foresta, però, nasconde un segreto. E a scoprirlo è proprio lo stesso principe-scimmia, che scappa tra gli alberi con Tom dopo essere stato rinchiuso in uno zoo. Sugli alberi vive un’altra civiltà intenta all’arte e alla filosofia e che riceve dalla natura senza sforzo tutto quello di cui ha bisogno e si ritrova così libera dalla schiavitù della produzione a tutti i costi. Gli animali vivono in totale armonia e cooperazione con le scimmie colte. Alla fine un aereo-uccello riporta alla fine il principe là da dov’era venuto, oltre il mare, che come il cielo da sempre ha rappresentato per gli uomini l’orizzonte del mistero e dell’infinito. Il film non risolve, e non pretende farlo, i nostri dilemmi, ma non ci annulla la forza di pensare che un altro mondo è possibile. Non potremo però più cercarlo nelle foreste se continueremo a distruggerle in sud America così come in Asia, in Europa o in Africa. E se non lo potremo più cercare non potremo più neanche immaginare come costruirlo.