The Vegetarian Chance

Nothing will benefit human health and increase chances of survival for life on earth as much as the evolution to a vegetarian diet (Albert Einstein)


Lascia un commento

Veg news da Nina Curtis e Hitoshi Sugiura, nostri ospiti a Torino nel 2019

Quante volte capita di sentire definire la cucina vegana “ospedaliera” per indicarne la presunta assenza di sapore e appetibilità? Si tratta di un pregiudizio che nasconde invece un’amara realtà e cioè che la cucina degli ospedali è quasi sempre tutt’altro che salutare e non tarata sulle necessità dei malati. La cucina a base vegetale, invece, può essere un’incredibile panacea per chi è costretto a letto: salutare, colorata, saporita, varia. Lo ha dimostrato Nina Curtis, nostra ospite a TVC 2019, che ha vinto negli USA il Health Care Culinary Contest promosso dal Culinary Institute of America e della Harvard T.H. Chan School of Public Health, che ha ospitato l’evento nella sua sede di Boston in collaborazione con Health care without harm. Cuochi di diversi ospedali sono stati chiamati a creare un pasto allettante che promuovesse l’energia nutritiva insita nelle piante. NIna Curtis ha vinto con Vitaliz Haystacks, un piatto di tradizione avventista a base di lenticchie, noci e altri quindici ingredienti vegetali diversi. Il concorso si propone di stimolare nelle persone un modo di diverso di immaginare il cibo negli ospedali, che dovrebbe essere parte integrante della terapia. A seguito della cancellazione di CleanMed 2020, dove Nina avrebbe dovuto essere premiata festeggiata è stata fatta una donazione alla Placer Food Bank, che distribuisce cibo ai bisognosi negli Usa e in Europa.

Hitoshi Sugiura e Gjis Kemmeren durante la prima edizione del WorldVegan project in Giappone a febbraio 2020

Partendo dal suo paese, il Giappone, Hitoshi Sugiura, con noi a TVC 2019, ha dato il via al World Vegan Project, che intende mettere in contatto chef vegani di tutto il mondo. Tra i primi ad aderire Gjis Kemmeren, vincitore del nostro concorso nel 2017. In programma un evento in Europa e uno in Giappone. Con l’obiettivo di diffondere la cucina a base vegetale anche in campagna e nelle provincie del suo paese Hitoshi sta iniziando il 1000 vegan project nell’ambito del quale realizzerà piatti vegani per 1000 aziende diverse in collaborazione con LEOC, azienda di catering giapponese.

 

 

 

 


Lascia un commento

Hitoshi Sugiura porta The Vegetarian Chance al Nikkei Agritech and Foodtech Summit di Tokyo

Hitoshi Sugiura parla al Nikkei Summit con alle spalle il logo di The Vegetarian Chance

Dopo aver esibito i suoi piatti di vera e propria “vegan art” al Festival Hitoshi Sugiura non si è dimenticato di The Vegetarian Chance e ha parlato di noi in un’occasione molto importante: il Nikkei Agritech&Foodtech Summit, che si è svolto a Tokyo dal 18 al 21 novembre. Si è trattato di un appuntamento internazionale dedicato al futuro dell’agricoltura tra hi-tech e sostenibilità. A organizzarlo è stato The Nikkei, il più diffuso quotidiano finanziario del mondo (tre milioni di copie al giorno) e noto per il suo indice della borsa di Tokyo calcolato fin dal 1950. All’ordine del giorno del Summit argomenti come la rivalutazione mondiale dell’agricoltura famigliare, obiettivo della FAO, e il futuro dell’agricoltura tecnologica come soluzione per ottimizzare la produzione senza rinunciare alla sostenibilità.

Hitoshi Sugiura a TVC 2019 durante il suo show cooking. A destra Jenny Sugar, che lo ha presentato

Lo spazio dedicato all’emergenza climatica ha visto la partecipazione di ambientalisti e imprenditori di nuova generazione per proporre nuovi modelli di produzione come l’economia circolare. Tra le proposte: riciclo dell’acqua, riduzione dello spreco alimentare, sostegno finanziario ai piccoli agricoltori affinché siano competitivi, produzione decentralizzata di fertilizzanti usando rifiuti locali. Di cucina vegana come opportunità per nutrirci in pace con noi stessi e il pianeta ha parlato Hitoshi Sugiura, scelto come rappresentante dei vegan chef giapponesi

Foresta di Shojin, uno dei piatti presentati in show cooking a Torino


Lascia un commento

Hitoshi Sugiura: dal concorso del 2017 a Best Vegetarian Chef in Giappone

Hitoshi Sugiura premiato a Tokyo lo scorso 24 febbraio

Nel 2017 era stato uno dei nostri otto finalisti, il 24 febbraio di quest’anno Hitoshi Sugiura ha ricevuto un riconoscimento anche nel suo paese, il Giappone, ed è stato proclamato Best vegetarian chef a Vegetarian Award, una manifestazione istituita con l’obiettivo di promuovere il vegetarianismo giapponese originario sostenendo individui, aziende e organizzazioni impegnate in tal senso. Non si tratta di un concorso di cucina come The Vegetarian Chance, ma di un premio assegnato guardando ai meriti professionali dei singoli candidati.

Pietro Leemann e Gabriele Eschenazi consegnano a Hitoshi Sugiura l’attestato di partecipazione a TVC 2017 al Teatro Franco Parenti

Ed è importante notare anche come nella cucina giapponese tradizionale i latticini sono assenti e quindi spesso, se non vengono usate uova, i piatti giapponesi vegetariani sono di fatto vegani. Al nostro concorso 2017 Hitoshi Sugiura aveva presentato dei piatti vegani molto suggestivi: Mazzolino e Tortelli di mais con salsa di soia alle nocciole. Si era portato dal Giappone tutte le stoviglie specifiche creando un effetto estetico di grande livello come si può intuire dalle immagini. Il senso estetico dei cuochi giapponesi riesce a dare ai piatti vegetariani una poesia unica nel suo genere. Lo abbiamo visto anche nel concorso del 2018 con i piatti di Yoshiko Hondo, seconda classificata. The Vegetarian Chance intrattiene rapporti speciali e consolidati con il mondo gastronomico vegetariano giapponese, che ormai da molti anni ha trovato nel Joia e Pietro Leemann un punto di riferimento importante per scambio professionale. L’estetica dei piatti del ristorante Joia, unica nel suo genere in Europa s’ispira sotto molti aspetti essa stessa alla cultura del Giappone dove Pietro Leemann e Sauro Ricci, executive chef, hanno soggiornato a lungo.

Mazzolino

Hitoshi Sugiura Tortelli di mais con salsa di soia alle nocciole