The Vegetarian Chance

Nothing will benefit human health and increase chances of survival for life on earth as much as the evolution to a vegetarian diet (Albert Einstein)


Lascia un commento

In Israele uno spot vegano etico in prime time

Una scena dello spot israeliano

La sera del 13 settembre 500mila israeliani era incollati al video del loro televisore per conoscere il vincitore di Sopravvivenza, uno dei reality più popolari della tv israeliana. All’improvviso, pochi istanti prima del verdetto, di fronte a loro si è parato uno spot vegano, uno spot che non vendeva nulla, solo un’idea: una coppia in un supermercato chiede carne di agnello veramente fresca e alla fine si vede portare un agnellino vivo. Un messaggio a chi consumando la carne non si domanda mai veramente da dove arrivi e quale prezzo è stato pagato per averla in tavola. Il progetto di questo spot è stato dell’associazione non-profit israeliana Vegan Friendly, che per trasmetterlo ha speso 123mila euro, raccolti grazie a donatori israeliani. «Volevamo raggiungere il massimo degli spettatori possibile e per questo abbiamo scelto la puntata finale del reality», ha dichiarato al quotidiano Haaretz il CEO di Vegan Friendly, Omer Paz. “E il risultato è stato che in meno di 24 ore abbiamo raccolto 2000 nuovi contatti su Facebook. Poi abbiamo inserito il video anche su TikTok e abbiamo avuto più di 600mila visualizzazioni”. Vegan Friendly ha già realizzato numerose campagne di sensibilizzazione in Israele come cartelloni giganti per le strade e marce animaliste, ma mai uno spot televisivo. “Costa molto e abbiamo avuto bisogno di tempo per prepararci, ma volevamo arrivare a molta gente nel momento del picco dell’audience”, spiega Paz ad Haaretz. “Siamo convinti che una maggiore consapevolezza sia ormai un dato di fatto. Gli onnivori non diventeranno di colpo vegani da un giorno all’altro ma il fatto che si comincino a interessare è un buon segno. Decine di migliaia di persone entrano nel nostro sito e scaricano le ricette che proponiamo. Un buon segno!”. Per l’agnellino dello spot non c’è da preoccuparsi: è stato salvato dal macello.

Ori Shavit cucina a TVC 2017 durante il suo show cooking

In Israele i vegani sono in rapida crescita e oggi sono il quasi il 6% della popolazione quando solo dieci anni fa erano il 2,5%. A The Vegetarian Chance 2017 abbiamo ospitato con grande successo la blogger vegana più famosa d’Israele Ori Shavit.

 

 

 


Lascia un commento

Welcome to Milan Doctor Barnard! Tre video sorprese…..

Il dottor Neal Barnard è a Milano. L’attesa per i suoi interventi di domani sta crescendo. Aumentano le prenotazioni per il suo cestino e per la sua conferenza. Prenotatevi da Valentina Schiavi: schiavivalentina@yahoo.it  Intanto Barnard ci ha voluto regalare tre suoi video. Nel primo Neal Barnard è il chitarrista. La gioia di vivere di un medico è qualcosa forse di inusuale per noi che siamo abituati a vedere nel medico una figura autorevole, inflessibile e severa. Eppure il medico può aiutare i suoi pazienti anche con gioia di vivere, musica, buoni consigli per l’alimentazione e anche un pizzico di follia. E poi dagli Usa ci arriva da sempre della buona musica densa di note e significati capaci di farci star bene.

The first is inspired by a chance encounter with a deer in the woods, although you would never know it from the lyrics:

The singer is Naif Hérin, from Valle d’Aosta. And here is Naif singing a gorgeous song of her own at our New York event:

 

And here is my one and only Italian cooking video:

 


1 Commento

The Vegetarian Chance 2017 visto da Carlo Somaini/The Vegetarian Chance contest 2017 seen by Carlo Somaini

Dal 2014 Carlo Somaini, produttore esecutivo presso la RSI (Radiotelevisione svizzera), videomaker e amico, filma il nostro concorso. Le sue immagini aggiungono valore all’evento mettendo in risalto la professionalità dei cuochi concorrenti e la spettacolarità dei loro piatti creativi e colorati. In poco più di due minuti Somaini riesce a condensare il senso di una competizione, dove il cibo è gusto, salute, cultura, estetica e amore per la natura. Ai concorrenti ogni anno non vengono chieste solo due semplici ricette, ma di mettersi in gioco raccontando qualcosa di loro stessi e della loro visione del mondo vegetale. E alla fine arrivano a The Vegetarian Chance avendo compiuto un percorso di ricerca sul campo e dentro sé stessi. Per questo ogni anno il concorso The Vegetarian Chance è una sorpresa capace di regalare emozioni. Come si può intuire da queste immagini.

From 2014 Carlo Somaini, executive producer at the RSI (Swiss Radiotv), videomaker and friend, films our competition. His images add value to the event highlighting the professionalism of the competing chefs and the spectacularity of their creative and colorful dishes. In two minutes Somaini condenses the sense of a contest, where food is taste, health, culture, aesthetics and love for nature. Every year the competitors are asked to present not just two simple recipes, but to express something about themselves and their vision of the plant based world. They then arrive at The Vegetarian Chance contest having accomplished a path of research on the field and within themselves. This is why every year The Vegetarian Chance event is a surprise capable of giving emotions. As you can appreciate through these images.