The Vegetarian Chance

Nothing will benefit human health and increase chances of survival for life on earth as much as the evolution to a vegetarian diet (Albert Einstein)

Le ragioni della dieta vegetariana / The reasons of being vegetarian

Lascia un commento

the vegetarian chance2Vegetariani e vegani nel mondo sono in costante e progressivo aumento. Quest’idea alternativa di alimentazione sta prendendo sempre più forza. Il fenomeno non può essere sottovalutato e neanche catalogato come una moda passeggera se è vero che negli Usa, patria dell’hamburger e del barbecue, i vegetariani completi sono 7,3 milioni, mentre gli americani che seguono una dieta tendenzialmente vegetariana sono ben 22,8 milioni. • I motivi di questa scelta sono molteplici e sono ricollegabili a una più diffusa coscienza ambientale, all’interesse per stili di vita più salutisti, alla ricerca prima e alla scoperta dopo, di sapori più naturali e meno artefatti dall’industria alimentare. • La cucina vegetariana integra tutte queste esigenze evolutive della civiltà moderna. I piatti dove non trovano più posto carne o pesce non sono vuoti di qualcosa, ma essenzialmente più pieni, più ricchi di una varietà di sapori, di sostanze nutrienti e di rapporto con la natura. • Non c’è competizione tra cucina carnivora e cucina vegetariana. La scelta di mangiare verdure piuttosto che carne è un’evoluzione della cucina onnivora che ci coinvolge come esseri umani dotati di una coscienza, di un libero arbitrio, che ci consente di scegliere. • È ormai accertato che l’iper produzione di carne e pesce sta rapidamente impoverendo il pianeta. Non sarà più sostenibile consumare 15mila litri d’acqua e 15 chili di soia per produrre un chilo di carne quando da un solo chilo di soia si ricavano due chili di tofu. • Di quest’aspetto non ci rendiamo conto perché quando acquistiamo la carne, la paghiamo poco. I suoi veri costi, però, non sono quelli che leggiamo sullo scontrino, ma quelli che paghiamo tutti in termini di effetti negativi sull’ambiente e sulla salute. Senza trascurare il prezzo della sofferenza, che infliggiamo ad altri esseri viventi. Con le macellazioni di massa l’uomo rinuncia a elevarsi, a evolversi, a perseguire la felicità, l’aspirazione di ogni essere umano sempre evocata da tutti i filosofi: da Aristotele a Kant. • La cultura vegetariana propone di costruire attraverso l’alimentazione un diverso rapporto con la natura: più evoluto, più pacifico. Non un godimento effimero del cibo, ma una prolungata felicità. • Quasi inevitabilmente le nostre abitudini alimentari dovranno cambiare: essere più consapevoli e meno condizionate. Oggi troppo spesso mettiamo nel piatto il cibo che troviamo più facilmente disponibile senza fare una vera scelta, senza guardare agli ingredienti e lasciandoci più facilmente sedurre dalle immagini. Per tutte queste ragioni è nata The vegetarian chance, un evento che si propone di promuovere l’opportunità di un cambio di rotta nelle nostre abitudini alimentari. Lo faremo prima ad Ascona (Svizzera) il 7 giugno 2014 con un filmato e una serie di conferenze sul tema e poi a Milano il 22 giugno 2014 con un concorso internazionale di cucina vegana.

English version

The global number of vegetarians and vegans shows a constant and progressive increase. This alternative diet is gaining strength. The phenomenon can not be underestimated or labeled as a trendy fad, given that in the USA, the home the vegetarian chance2of the hamburger and the barbecue, total vegetarians now number 7.3 million, while those who have a propensity to a vegetarian diet are around 22,8 million. • The reasons for this choice are manifold and they are all connected to a broader environmental awareness, to an interest in more health-conscious lifestyles, and a need to explore and discover tastes that are more natural and less adulterated by food industry processes. • Vegetarian cuisine integrates all these growing needs of modern life. Dishes in which meat or fish don’t find their place any longer, are not lacking something, but are actually fuller and possess a multiplicity of flavours, nutrients and relationships with nature. • There is no contest between carnivorous and vegetarian cuisine. The choice of eating vegetables rather than meat is an evolution of the omnivorous cuisine that involves us as human beings blessed with a conscience and a free will, which allow us to make our own choices. • It is well established that the hyper production of meat and fish is rapidly impoverishing the planet. It will no longer be sustainable to use up fifteen thousand liters of water and fifteen kilos of soybeans to produce one kilo of meat, when from just one kilo of soy it is possible to produce two kilos of tofu. •We aren’t ordinarily conscious of these things because we pay very little money for the meat we buy. The real costs, however, are not the ones that we find on the receipt, but the ones that we all pay in terms of adverse effects on the environment and human health. Furthermore we should not overlook the price of the suffering we inflict upon other living beings. Through mass slaughtering man gives up the idea of growing, evolving, pursuing happiness: the aspiration of every human being, always evoked by all the philosophers from Aristotle to Kant. • Vegetarian culture proposes the use of feeding to build a different relationship with nature, more advanced, more peaceful. No longer an ephemeral enjoyment of the food, but a prolonged happiness. • We have no choice, our eating habits will have to change: more awareness and less conditioning. Today we are much too used to fill our plate with food, that is more easily available, without making a real choice, without looking for quality in constituents and allowing ourselves to be seduced by images. All these reasons are behind The vegetarian chance, an event that will promote the opportunity for a radical change in our eating habits. We’ll start in Ascona (Switzerland) June 7, 2014 with a movie and a series of lectures on the subject and then in Milan June 22, 2014 with an international competition of vegan cuisine.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...