The Vegetarian Chance

Nothing will benefit human health and increase chances of survival for life on earth as much as the evolution to a vegetarian diet (Albert Einstein)


Lascia un commento

Parla Matthew Kenney, chef crudista americano a Identità Golose/ Interview with Matthew Kenney, raw american chef at Identità Golose

Matthew Kenney, chef americano crudista

Matthew Kenney, chef americano crudista

Il crudismo non è solo un modo diverso di elaborare gli alimenti per nutrirsi meglio, ma è anche un’opportunità di approfondire la conoscenza delle proprietà e dei sapori del mondo vegetale. Non è un caso che Matthew, come racconta in questa intervista in inglese, abbia aperto una scuola con tre sedi negli Usa e una in Thailandia. Interessa a tutte le generazioni per hobby, per passione, per salute o per lavoro. Quest’anno è venuto a raccontarsi a Identità Golose.

Raw food is not just a different way of processing food to feed ourselves better, but it’s also an opportunity to deepen our knowledge about properties and flavors of vegetables. It’s not surprising that Matthew, as he tells in this english interview, manages a school with three locations in the US and one in Thailand. Raw food concerns all generations for hobby, health or job. This year Matthew came to Milan at Identità Golose congress to explain himself.


Lascia un commento

Bambini consapevoli

 

dal Sole 24 Ore

Dal quotidiano Il Sole 24 Ore

Milano, banco di macelleria di un supermercato. In vetrina un carré di agnello. Un bambino di dieci anni dice: ≪Mamma, quella carne in vetrina sembra il cadavere di una persona!≫. Risponde la mamma: ≪Ma no Matteo, quello è solo un animale!≫. Sguardo perplesso, il bambino ascolta la risposta e continua a guardare la vetrina del macellaio. Forse da quel momento quando riceverà la carne nel piatto ripenserà all’agnello squartato e qualche altro dubbio lo assalirà. E chissà se riceverà risposte più approfondite e più logiche. Siamo abituati a bambini, che vogliono mangiare solo patatine, cotolette impanate, merendine e bibite gassate, ma in realtà non è così. Sono i genitori che inducono abitudini sbagliate e non tengono in conto le sensibilità dei piccoli, che come si legge in questo articolo del Sole 24 Ore stanno diventando sempre più consapevoli di quello che mangiano.